Benny Recchioni

“La materia ha un’anima, una luce propria. Il mio lavoro si limita a farla risaltare nel modo più semplice e naturale possibile.”
“The matter has a soul, its own light. My work is limited to make it stand out in the most simple and natural.”

Architetto – Designer

La sua ricerca verte quasi totalmente sulla luce, sia diretta che indiretta e sui materiali: dai metalli alle pietre alle resine, tutti lavorati in modo da far risaltare la luce interna, che poi esalta da luce aggiunta.

Ha esposto in numerose gallerie in Italia ed Europa. Suoi lavori sono conservati presso collezionisti in Italia, Belgio, Inghilterra, Francia.

Il bisogno di una carezza interiore, esigenza cosciente e incosciente che da sempre ci accompagna è l’ispirazione che ha coinvolto Benny Recchioni nel suo lavoro e vede protagonista la figura dell’Angelo. Non ha scelto parole o risultati spettacolari, ha preferito avere un naturale contatto con la materia, ferro, vetro, resine, e ha percepito la possibilità di questi elementi antichi ed attuali. Possibilità come campanelli che annunciano l’avvento di qualcosa di più importante, ha scavato con l’occhio ed il cuore nella materia quasi come un mezzo tecnologico e spirituale, trovando ombre, luci e trasparenze che annunciano una possibilità invisibile. Propone figure esteticamente razionali e lascia libero il campo alla fantasia che si adagia sul suo lavoro. Dall’innesto di desiderio e possibilità nascono “Angeli Guerrieri”, “Amici”, “Angeli Faro”, “Angeli Guida”, che emanano una luce propria delicata e gentile, un piccolo messaggio di presenza, che fa affiorare la possibilità di una scelta.  (Pietro Mancini)